Invito Rassegna Fotografica – Angoli & Spigoli

INVITO

INAUGURAZIONE

Sabato 4 febbraio ore 18.00

MAG Museo Alto Garda

Piazza C. Battsti, 3/A – Riva d/G

ANGOLI & SPIGOLI
Anche per il 2016, l’Associazione "Il Fotogramma" di Nago ha scelto di intraprendere un percorso di ricerca visiva a carattere tematico, assegnando, ai partecipanti, un tema sufficientemente azzardato, dal titolo: “Angoli & spigoli”.
Certamente non nuova a queste prospettive di indagine, che trascendono i limiti previsti dalla semplice passione per la fotografia, l’associazione fotografica di Nago tenta di porre l’accento su un percorso espositivo che, pur tenendo conto delle singole cifre autoriali derivanti dalle composite prospettive di ricerca (ricordiamo i numerosi percorsi tematici condotte nei precedenti anni di attività), cerca di offrire una visione, quanto più identitaria possibile, come associazione, sul tema proposto.
Il titolo “Angoli e spigoli”, “ab origine”, contiene in sé, sotto il profilo squisitamente percettivo, alcune connotazioni inevitabilmente condizionanti, laddove si assuma che, nella sua forma più esplicita, esso rinvia ad un’immagine mentale di tipo geometrico. Tuttavia, le accezioni possibili, in senso fotografico e soprattutto sotto il profilo concettuale, se attentamente meditate, offrono – ed hanno offerto agli autori – soluzioni tutt’altro che scontate. Lo spazio di lettura impiegato dai fotografi di questo progetto, quindi, ha scandagliato molte delle allusioni che il concetto di “angolo” e quello di “spigolo”, sottendono. Diventando, i concetti, elementi di raffigurazione od i costrutti logico/mentali per dare fiato a soluzioni visive interessanti ed originali. La rassegna declina quindi temi legati alla memoria, alla solitudine o all’emarginazione, al racconto biografico e allo storytelling e, con soluzioni spesso creative, anche ipotesi in campo figurativo e formale. Attingendo alle esperienze del reportage e della fotografia distreet, o volgendo lo sguardo al paesaggio, quello della natura o costruito dagli umani con i suoi artefatti, gli “angoli e gli spigoli” del “Fotogramma” divengono atto interpretativo delle nostre prospettive mentali ed emotive più intime, con un fil rouge narrativo che, immagine dopo immagine, rivela l’incanto della fotografia applicata, in chiave collettiva e di confronto, ad un unico tema di indagine.
Un lavoro intenso, durato quasi un anno, e che ha visto, con gli opportuni procedimenti di sintesi, la partecipazione di ben ventiquattro autori ed una rilevante presenza femminile, caratterizzata da instancabile entusiasmo e profonda sensibilità narrativa.
Anche in questo caso, come in quelli trascorsi con analoghe esperienze, la prassi sulla regia del progetto ha previsto che gli autori, in un processo di progressivo affinamento tematico, elaborassero le proprie ipotesi di racconto con una modalità autonoma, prevedendosi correzioni sotto il profilo semantico e calligrafico, aventi lo scopo di garantire le singole identità, ma sempre in accordo ad una regia che ha cercato di garantire, per quanto possibile, una fondamentale coerenza tematica all’intero tessuto espositivo.
Grazie alla varietà delle soluzioni interpretative proposte dagli autori, il quadro complessivo di “Angoli & spigoli” dimostra quanto duttile, e dialettica – oltre che sinergica – possa essere l’azione fotografica di un’associazione, soprattutto se condotta con strategie di lettura che prevedono, come primo ed importante requisito, l’onestà intellettuale degli autori di auto valutare i propri elaborati e di accettare una condivisione critica e collegiale del loro lavoro.
Sotto il profilo culturale, si tratta di un importante indizio di maturità, considerando che, la fotografia interpretata dal "Fotogramma", in un momento di generalizzato e caotico impiego dell’immagine visiva, può costituire un interessante laboratorio di studio e ricerca sia per la collettività di questo territorio, sia per tutti coloro che, interessandosi alla ricerca visuale, troveranno in queste immagini più di un motivo di conforto.
Non è un caso, quindi, che un’importante istituzione museale quale il MAG Museo Alto Garda, che qui si intende pubblicamente ringraziare, abbia accettato di esporre l’esito di questo itinerario visivo.

Luca Chistè / Phf Photoforma / gennaio 2017 © “Il Fotogramma”

INIZIATIVE ATTIVATE
Giovedì 09/02 ore 20.30

Se mi lasci ti cancello

Proiezione cinematografica
A cura dell’associazione La Firma
(ingresso libero)

Sabato 18/02 ore 14.30
Fotogiocando!
Laboratorio per bambini ( dai 6 agli 11 anni)
A cura del Gruppo Fotografico Il Fotogramma
(gratuito con obbligo di prenotazione)

Le iniziative si terranno presso il MAG Museo Alto Garda.

Annunci